Funerale Roma 1100€
"Completo ed economico"
Scopri di più

Cosa Fare in Caso di Lutto

In caso decesso di un parente o di una persona cara, bisogna occuparsi di alcune incombenze burocratiche, che variano a secondo del luogo dove è avvenuto la morte se in casa, ospedale o casa di cura. Ma la prima cosa con cui bisogna confrontarsi è sicuramente il lutto che ci sconvolge e non ci fa essere razionali quindi decidere o capire cosa fare è difficile se non si riflette e ci si calma, fate le cose con serenità prendevi tempo per iniziare a organizzare il funerale avete a disposizione 10 12 ore, la denuncia di morte al medico necroscopo deve essere data entro 24 ore.

 

Se il decesso avviene in abitazione:

1- Contattare un'agenzia funebre: Poiché deve fornirvi il modello ISTAT che deve essere compilato dal vostro medico di base, spesso i medici non sono in possesso di tale modulo.

2 - Contattare il vostro medico: Il medico curante che deve compilare in modello ISTAT redigere un certificato medico, qualora fosse intervenuta la guardia medica il certificato di morte che vi hanno lasciato non ha nessun valore dovete sempre chiamare il medico curante. In caso il medico fosse irreperibile chiamate i carabinieri un medico di base deve essere sempre reperibile.

 

Se il decesso avviene in ospedale o decesso in casa di cura:

in caso di morte in ospedale la struttura sanitaria provvede alle certificazioni e ad avvertire il medico necroscopo, contattare la vostra agenzia funebre di fiducia prima di andare in ospedale vi risparmierà di essere assaliti dagli sciacalli.

 

In caso di morte violenta, o di morte in strada o in altri luoghi pubblici:

Chiamare le forze dell' ordine le quali provvederanno ad avvertire l' autorità giudiziaria , che dopo gli accertamenti, darà disposizione per la rimozione della salma e il trasporto in medicina legale o obitorio comunale tramite la polizia mortuaria, solo in seguito contattate le onoranze funebri. Se hai bisogno di informazioni su una salma a disposizione dell'Autorita Giudiziara o portata in medicina legale, puoi leggere altre informazioni Qui...

 

Dopo quanto tempo si può fare il funerale ?

Ciascuno elabora il lutto a modo suo e, qualunque esso sia, bisogna assolutamente rispettarlo. Non è semplice, nel momento in cui viene a mancare una persona cara, avere le idee chiare sulle questioni burocratiche da espletare ma, per quanto siano antipatiche in una situazione del genere, bisogna comunque farle. Una di queste è decidere la data della cerimonia funebre. Ma dopo quanto tempo bisogna fare i funerali? C’è un limite minimo o massimo per portare la salma al cimitero o per farla cremare? La risposta è sì.

Prima di fare i funerali, deve trascorrere un minimo di 24 ore dal momento del decesso, , cioè dall'ora del decesso che il medico ha trascritto sul certificato di morte. Riguardo al tempo massimo in realta non ci sono normative, l'unica cosa che stabilisce un tempo massimo e la decomposizione della salma specie nei mesi più caldi. L'ora della cerimonia è sempre meglio deciderla assieme all'agenzia funebre, poiché deve verificare la documentazione da espletare.

 

In caso il lutto debba ancora avvenire

Molto spesso ci capita che delle famiglie hanno purtroppo la consapevolezza di dover affrontare il difficile momento del lutto, sapendo che a breve avranno la perdita di un proprio caro malato terminale. Nel momento del lutto si ha un grande impatto emotivo, con conseguente disorientamento, e mancanza di lucidità, prendere decisioni per organizzare la cerimonia funebre diventa complicato, bisogna scegliere il feretro, l'auto funebre, i fiori, le parole per i necrologi, il luogo della cerimonia. Venire qualche giorno prima nei nostri uffici e scegliere il funerale pre organizzato, è una scelta saggia, che Vi libera da tutte le incombenze che si hanno quando muore una persona a noi cara, una volta che il funerale è stato pianificato, nel momento in cui avverrà il decesso basta chiamare la nostra agenzia funebre, noi ci adopereremo per attivare tutto: vestizione, consegna del feretro, documentazione.

 

In caso il lutto avvenga all'estero

In caso di decesso all'estero di un proprio caro bisogna avvertire il consolato del paese in cui è avvenuto il decesso, noi ci occupiamo di tutta la procedura di rimpatrio di una salma deceduta all'estero: preparazione del corpo, fornitura del feretro a norma di legge per il trasporto salma in aereo, gestione della documentazione legale e sanitaria, organizzazione del volo e prenotazione del biglietto aereo per la salma, trasferimento dall'aereoporto di destinazione fino al paese di sepoltura. Il rimpatrio di una salma opera in un contesto di leggi penali, affidarsi alle persone sbagliate può' comportare lunghe e dispendiose cause internazionali di diritto penale. Le leggi internazionali riguardanti il decesso di persona sono differenti per ogni stato, la nostra esperienza nel settore dei rimpatri di salme decedute all'estero, è risultato di anni di lavoro nel settore, siamo assistiti da esperti di diritto internazionali, avvocati e partner's affidabili in ogni paese del mondo. Gestiamo per i nostri clienti diversi servizi: Passaporto mortuario, Nulla osta rimpatrio salma, Contatti con Ambasciate e Consolati, Mezzi di trasporto per l'aeroporto di partenza, Gestione delle procedure aeroportuali, Bara con requisiti di legge necessari per l'imbarco aereo, Trasporto salma in aereo per tutte le destinazioni, Pratiche sanitarie e per l'imbarco e lo sdoganamento della salma, Trasferimento alla città/paese di destinazione finale, Imbalsamazione e trattamento conservativo della salma secondo normativa vigente, Rimpatrio salme immigrati, Rimpatrio salma dall'estero.